22/02/2016

Ecco la verità è che non riesco ad essere costante.. è una prerogativa solo mia o di altre mamme?

Vi prego ditemi la verità.. E’ che io cerco di impegnarmi a fare tutto, ma proprio proprio non ci riesco.

In questi mesi ho veramente fatto di tutto e raccontarvelo sarebbe molto piu’ lungo di un semplice articolo.

Facciamo una sintesi:

a) Gigio è finalmente andato alla scuola Materna! eh si il mio piccolo uomo cresce ed a Novembre ha finalmente compiuto 3 anni

b) Marta invece frequenta l’ultimo anno della materna ed a settembre inizierà il ciclo di scuola primaria

c) Mi sono messa a DIETA! vera.. per ritornare a come ero una volta o almeno avvicinarmi ed ho iniziato anche a fare home fitness e questo cosa comporta?  Ginnastica in casa e quindi mi sono super accessoriata 🙂 ( Step, pesi, banda elastica, Kettlebel poi vi spieghero’ cosa è con calma e cardiofrequenzimetro… insomma questi sconosciuti)

d) Ho anche un po’ cucito e comprato stoffe online

e) Sto vagliando alcuni acquisti su amazon ( tipo essicatori, estrattori etc)

f) Mi si è aggiunto un nuovo bisogno.. vorrei tanto una macchina fotografica di quelle belle belle tipo Reflex dato che in me cosa la passione della fotografia.. anche se è sepolta tra la cenere o la polvere.. ahahaha

g) Sono diventata una Flylady ( a tratti perchè ogni tanto mi dimentico e poi mi ravvedo)

Insomma avete capito che ci sono state tante cose e vi ho dato solo una infarinatura.

Questo anno pero’ parte soprattutto dalla riscoperta di me.

Sono stati due anni intensi sul piano personali, emotivo e lavorativo.

Due anni anche di acciacchi di salute che mi hanno fatto capire che oltre al resto c’è la propria persona. Ho iniziato a cercare di amarmi di piu’. Dapprima in maniera piu’ superficiale, comprandomi de trucchi io che non li uso mai, poi iniziando a lavorare su di me fisicamente e con una alimentazione equilibrata.

Cercando di leggermi dentro e capendo i miei difetti e cercando di rompere quegli schemi di comportamento familiare preimpostati e deleteri per tutti.

Spero che questo 2016 sia l’anno della riscoperta.

Un bacio

Benvenuti sul nuovo sito

Oggi è domenica.

Il tempo è incerto, il sole è caldo, bollente come quello dei giorni scorsi, ma una brezza rinfresca e fa sembrare sopportabile questa estate torrida.

Le persone accanto a me  mi raccontano e si raccontano. Tutti a parlarmi dell’estate del 2003, un’estate in cui persone che conosco ormai in pensione mi illustrano con precisione come erano impegnate in quei lontani mesi.

Ed io mi ritrovo a pensare a cosa facevo io nel 2003..

Mi accorgo di avere pochi ricordi, ma nel contempo è stata una estate importantissima e che ha condizionato tutta la mia vita successiva.

E’ stata l’estate successiva alla mia Laurea.

Ero impegnata in un tirocinio teorico pratico presso una grande clinica di piccoli animali del nord italia. Eh si se non avete ancora letto le mie generalità sappiate che faccio anche il veterinario. E’ stata l’estate in cui ho incontrato il mio grande amore, il compagno della mia vita.

Una estate passata quasi interamente tra le mura di quella struttura dove ho imparato tanto e che mi ha regalato anche delle conoscenze e delle amicizie che ancora durano.

Entravo alle otto del mattino in green ed uscivo alla sera in green.

Dove era la mia estate?

Era in quello che pensavo sarebbe stato un investimento per la mia vita.

Mi ritagliavo del tempo per poterlo passare ogni 10-15 gg con il mio compagno.

Certo le giornate erano piene, ma ero da sola.

Organizzavo il  mio tempo e basta c’ero fondamentalmente solo io.

Ora non piu’.

A distanza di 12 anni ho due bimbi che richiedono la mia presenza è vero, sono molto autonomi, ma cercano la mamma per giocare a volte e per divertirsi: per esempio oggi abbiamo creato con Marta ( 5 anni) la nostra collezione di abiti autunno inverno 2016 ( dolls collection 😉 )

avete mai provato a disegnare con i bambini abiti per le bambole ed a realizzarli? Noi lo facciamo spesso, con la sola grande variante che essendo in grado di cucire poi dalle bambole si passa alla realizzazione di vestiti e guardaroba su misura.

Io rimango sempre stupita pastelli e pennarelli alla mano da come i bambini vedono questo mondo cosi’ colorato; i loro vestiti sono una esplosione di colori, di forme, di abbinamenti che sembrano azzardati, ma che rispecchiano il loro modo di essere.

Forse non rispettano i canoni della moda attuale che li vuole dei piccoli adulti, con tanto di maglietta e vestito uguali a quelli di mamma e papà, ma la risposta di mia figlia un giorno alla domanda “Marta sei sicura di volerlo cosi?” mi diede la conferma che cercavo ” Mamma devo indossarlo io ed a me piace così perchè ci sono tanti colori ed io amo i colori!” .

Ho forse un concetto strano a detta di molti.

I bambini sono bambini ed hanno il loro mondo fatato che dobbiamo preservare e proteggere. E’ il mondo dell’ingenuità e della magia ed io non ho fretta che diventino grandi e si vestano come adulti o si comportino come noi.

Ho voglia che crescano bene esprimendo il loro modo di essere anche attraverso i vestiti.

Da questa mia esigenza nasce l’abbigliamento che creo per i miei figli e per chi me li richiede.

Perchè li creiamo insieme, con i colori che ci piacciono e come li vogliamo.

Perchè siamo persone uniche.

Nadia